Gregorio Farolfi è cresciuto in Romagna. Dopo aver conseguito la laurea in fisica lavora per diversi anni all’estero come oceanografo. Viaggi a parte, vive a Firenze.

La passione per la fotografia e la voglia di giocare con la luce nascono nell’adolescenza con una vecchia reflex, ma è l'incontro fortuito con un grande fotografo nell’estate del 2009 che lo ha spinto a mostrare le immagini in pubblico.

Le sue elaborazioni grafiche sono narrazioni fantastiche e poetiche di luoghi che ha visitato o immaginari frutto di un percorso artistico che gli ha consentito di ricevere dalla critica consensi e premi a livello internazionale.

Ha una intensa attività espositiva in Italia e all’estero presso gallerie, musei e centri culturali, tra i quali la galleria SoA+D della School of Architecture & Design di Bangkok, mostre alla Fortezza da Basso e alla Villa Bardini in Firenze, a Londra ed in ultimo alla 7° Biennale Europea del Paesaggio di Barcellona.

Ha ricevuto diversi riconoscimenti tra i quali la menzione d’onore all’Artavita International Contemporary Master Award - California nel 2012, è stato artista finalista del premio Internazionale Donkey Art Prize nel 2011, finalista del PremioFotografico2009 per la qualità creativa dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti ‘Tau Visual’.

Ha pubblicato in alcune riviste tra le quali Paysage, Domus, Art4d (Thailandia) e la rivista Architettare, nel numero di febbario 2013 con tema le Smart Cities, gli ha dedicato uno speciale.

Fotografo ufficiale del Festival Internazionale di Landscape Architecture ‘LandWorks Sardinia’.

Gregorio Farolfi photo foto photography fotografia